Roma, scoprire la città in tre giorni

Contenuti tratti dal nostro Blog Partner

Claudia Candita - Buby on the road



Roma, io t’ho scoperta

Non c’è modo migliore, che affidare ai versi di Antonello Venditti,  l’incipit del racconto del mio viaggio a Roma.

Ho scoperto la Capitale soltanto alla soglia del mio 28esimo anno di vita. Con una fuga di pochi giorni da Firenze, in transito verso Budapest, sono arrivata in treno a Roma. Le mie compagne di viaggio sono state mia mamma e mia sorella, in veste questa volta non solo di fotografa ma anche di guida turistica.

Sono bastati 3 giorni per innamorarmi profondamente di questa città. Sono riuscita ad apprezzarla da prima sotto la pioggia, ammirandola dal Gianicolo. Per poi amarla con il sole al tramonto, dal Giardino degli Aranci sull’Aventino.

Avere la possibilità di soggiornare a pochi passi da Piazza Navona, nell’appartamento di Simona, un’amica di Luisa, è stato senz’altro un vantaggio. Roma si è fatta scoprire camminando fra le sue vie in lungo e largo. Si è come rapiti dalla sua magneficienza, tanto da non sentire la fatica dei chilometri percorsi a piedi. Il tempo vola camminando dal Parco di Villa Borghese fino all’Aventino e da Piazza del Popolo fino al Campidoglio.

Castelli Romani

Sicuramente non possono bastare tre giorni per visitare la città laziale. Roma è una di quelle città che non si smette mai di scoprire. Sono così tanti i musei, le chiese e i luoghi da poter visitare. Avventuratevi per Roma con una certa curiosità, che vi porterà a scoprirne scorci e angoli meno noti.

Per quanto mi riguarda, dati i miei studi politici, non ho potuto non ideare un tour per i palazzi governativi e statali più famosi. Da non perdersi il complesso del Quirinale, Palazzo Chigi e Palazzo Madama. Su Piazza Venezia si affaccia il monumento celebrativo del Vittoriano, che alle sue spalle nasconde la sede del Comune di Roma, il Campidoglio.

Per chi è un appassionato di storia romana, i Fori Italici sono qualcosa da non perdere. Così come il Colosseo, che si presenta maestoso, appena usciti dall’omonima stazione della metropolitana.

Città del Vaticano è una tappa obbligatoria. Se non avete tempo per visitare la Basilica e i Musei Vaticani, concedetevi una passeggiata alla sera. Il Vaticano si svuota di turisti, la Piazza e la Basilica sono illuminate da luci che aumentano la solennità del luogo. Lasciando San Pietro alle vostre spalle, ammirate Castel Sant’Angelo. Si accede alla residenza papale, passando anche dal celebre ponte degli Angeli, opera del Bernini. Parlando dello scultore, come non ammirare le sue opere sparse un po’ ovunque in tutta Roma. Si pensi ad esempio alla Fontana dei Quattro Fiumi di Piazza Navona o alla Fontana del Tritone in Piazza Barberini.

Roma è appunto famosa per le sue fontane, che si trovano al centro di alcune delle piazze più celebri di Roma. Fra le più note la Fontana delle Naiadi in Piazza della Repubblica e la Fontana della Barcaccia in Piazza di Spagna, per non dimenticare la più iconica, la Fontana di Trevi.

Fate una bella passeggiata lungo Tevere, costeggiando il quartiere di Trastevere e passando per l’isola Tiberina, fino ad arrivare all’altezza del Quartiere ebraico. Da qui passate per quello che resta del Teatro di Marcello e poi spingetevi fino al Circo Massimo. Oppure, dove aver visitato il Quirinale, arrivate fino a Piazza Barberini; prendete Via Veneto, famosa per lo shopping e gli hotel di lusso. Arriverete alla Porta Pinciana, dove inizia il Parco di Villa Borghese. Qui, potrete concedervi delle ore di riposo, passeggiando per il polmone verde di Roma. Si può scegliere di visitare la Galleria Borghese, oppure il Bioparco, amato molto dai bambini, o ci si può spostare verso la Terrazza del Pincio, che si affaccia su Piazza del Popolo.

Roma è anche buon cibo, per cui dedicatevi ad assaggiarlo nelle trattorie e nelle osterie più tipiche della città. Ricordatevi che meno il posto è invitante, più la cucina sarà autentica. Gustatevi piatti di pasta all’amatriciana, alla carbonara e alla gricia, per me la migliore!

Chi è nato a Roma la ama, ma chi non ci è nato e l’ha incontrata, a volte, come nel mio caso, la ama ancor di più

Contenuti tratti dal nostro Blog Partner

Claudia Candita – Buby on the road

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare i nostri Magazine specialistici - attraverso il menu (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.

Roma, scoprire la città in tre giorni ultima modifica: 2017-03-11T12:13:04+00:00 da Cudriec Rss

Lasciaci un tuo commento