La valle di Glencoe, tra le Three Sisters e i fantasmi della Lost Valley

Contenuti tratti dal nostro Blog Partner

Gessica - Vi porto via con me



La valle di Glencoe è uno dei luoghi più affascinanti di tutta la Scozia.

Il glen (valle lunga e profonda, con una forma ad “U”)  si è formato grazie all’azione erosiva dei ghiacciai, che per secoli hanno modellato la terra dando origine a imponenti montagne e colline pittoresche.

La vallata si estende per quattordici chilometri all’interno delle Highlands nel Lochaber Geopark, a sud di Fort William. Regala panorami straordinari e unici nel genere.

Le Three sisters e la Lost Valley

Percorrendo la A82 da sud, in direzione del  piccolo villaggio di Glencoe, la vastità e solitudine dell’omonima valle vi ingoieranno.

Qui colline ricoperte da un morbido manto erboso contrastano le aride vette delle montagne. Cascate e ruscelli scorrono impetuosi tra le rocce, sono loro a dar vita a questo glen quasi del tutto disabitato.

Le Three Sisters, gigantesche conformazioni rocciose, dominano la valle regalando un paesaggio suggestivo.

Conosciute anche come le montagne Bidean nam Bian sono facilmente raggiungibili. Non serve percorrere nessun sentiero in quanto si affacciano direttamente sulla strada A82. Diverse sono le aree di sosta da cui è possibile ammirarle.

Dal parcheggio di fronte alle Three sisters parte il sentiero per raggiungere la Lost Valley dove, secondo alcune leggende, risiedono ancora i fantasmi della famiglia di McDonald.

In questa valle isolata e misteriosa il clan scozzese era solito nascondere il bestiame rubato. Ma tutto cambiò dopo il massacro di Glencoe.

Il 12 febbraio del 1962 la Scozia fu segnata dal più sanguinoso degli scontri tra clan. I Campbell, ospiti dei McDonald, ricevettero l’ordine da parte del governo di distruggere il clan.

Violando l’ospitalità i Campbell uccisero la maggior parte dei McDonald nel sonno mentre gli altri riuscirono a scappare.

Da allora la valle è pressoché disabitata e prese il nome di “The Weeping Glen” (la valle del pianto).

glencoe

th

Il sentiero per la Lost Valley a Glencoe

Il sentiero che raggiunge Coire Gabhail (il vero nome della Lost Valley) è lungo circa quattro chilometri e corre tra Beinn Fhada e Gearr Aonach, due delle tre creste che compongono le Three Sisters.

Il percorso parte in prossimità della A82 (la strada che attraversa l’intera valle). Il parcheggio che fronteggia le Three Sisters è il punto di accesso più comodo.

Rivolti verso le tre creste sul lato sinistro dell’area di sosta un sentiero in discesa vi permette di raggiungere il fiume Coe. Grazie ad una scalinata di ferro e un ponticello potete superarlo facilmente e continuare il cammino, che in salita vi conduce fino alla valle.

Attraverso delle catene a cui aggrapparvi superate una parete rocciosa. Di seguito un sentiero ben tracciato oltrepassa un recinto per i cervi, raggiunge una cascata e continua costeggiando un piccolo torrente.

Solo verso la fine il sentiero diventa impegnativo e poco segnalato.

Un piccolo fiume vi separa dall’arrivo. Superarlo non è semplice soprattutto se in piena, ma, una volta oltrepassato, il traguardo è vicino.

Un ultimo tratto in forte pendenza vi permette di raggiungere in un quarto d’ora la Lost Valley.

La nostra esperienza

Raggiungiamo la valle di Glencoe nel pomeriggio, i suoi paesaggi ci incantano sin da subito. Cascate, colline e montagne si contrappongono tra loro.

Lasciamo la macchina nel parcheggio che si incontra lungo l’A82, nei pressi delle Three Sisters, per intraprendere il sentiero che ci conduce alle Lost Valley.

Dopo i primi 10 minuti, di piacevole discesa, raggiungiamo il ponte in legno che ci permette di attraversare il fiume Coe. Da questo punto in poi il sentiero sale, fino a raggiungere la valle.

Seguendo il percorso ci ricongiungiamo con un piccolo torrente che ci affianca per il resto del tempo. Su un tronco caduto riposiamo qualche minuto prima di affrontare il tratto più duro.

Manca poco all’arrivo quando il sentiero diventa meno definito e fangoso, le scarpe sprofondano nella terra bagnata.

Ad un tratto il torrente interrompe bruscamente il sentiero, che continua sulla riva opposta. La pioggia dei giorni precedenti è la causa di una forte corrente, ma dopo qualche difficoltà, nel punto più a nord possibile; riusciamo ad attraversare il ruscello.

L’ultimo tratto in salita su un sentiero roccioso ci aspetta. Ecco che in meno di venti minuti la vista della Lost Valley si apre davanti a noi.

Ora ne comprendiamo veramente il nome e il motivo per cui i McDonald nascondevano qui il bestiame.

Visitiamo questa remota valle prima di riprendere il sentiero per tornare al parcheggio. Durante il ritorno ci rendiamo conto che molti campeggiatori stanno raggiungendo la Lost Valley per accamparsi per la notte.

Peccato non averci pensato e non essere preparati, sarebbe stata una bella notte avvolti dalla valle.

Non ancora pronti ad abbandonare la magica valle di Glencoe decidiamo di accamparci ai piedi delle Three Sisters.

Informazioni utili

Il percorso è lungo circa quattro chilometri, ritorno incluso, e raggiunge un altitudine di 382 metri nei pressi della valle. Noi non abbiamo un allenamento specifico e abbiamo concluso il percorso in poco meno di tre ore al netto delle pause.

Cosa portare con voi

La Scozia è famosa per il suo meteo pazzo. Il versante occidentale, colpito dai venti provenienti dall’oceano atlantico, è il più piovoso e tempestoso di tutta la Scozia. Difficilmente potrete vivere un’intera giornata di sole nella valle di Glencoe.

Noi abbiamo visitato la Lost Valley la prima settimana di Agosto e la temperatura media durante il giorno era di sedici gradi, mentre la notte scendeva a dieci.

Per un’escursione di trekking alla Coire Gabhail, tenendo conto del meteo e terreno, consigliamo di partire con voi:

  • Scarponcini alti ed impermeabili, il terreno in alcuni tratti è molto fangoso ed è facile sprofondare. Noi abbiamo usato scarponcini bassi ma eravamo sporchi di fango fino le caviglie.
  • Abbigliamento comodo, il percorso soprattutto nell’ultimo tratto è impegnativo
  • Giacca autunnale, la Lost Valley nel pomeriggio è in completa ombra. Questa sommata alla possibile umidità e al vento giocano a vostro sfavore.
  • Mantella, anche se non in questo caso specifico in Scozia più volte abbiamo iniziato un sentiero col sole e finito sotto la pioggia o viceversa. Una mantella a portata di mano è essenziale.
  • Tenda e accessori, se amate il campeggio potrete accamparvi alla base della valle (ricordatevi però del meteo pazzo). Noi abbiamo scoperto troppo tardi questa possibilità.
  • Spray anti zanzare o retina per il viso per combattere i midges. I famosi moscerini scozzesi che in assenza di vento vi tormenteranno.

Piccoli suggerimenti per affrontare glencoe

Come accennato precedentemente molti campeggiatori nel tardo pomeriggio raggiungono la valle, per accamparsi e passare la notte avvolti nella misteriosa Lost valley.

Noi abbiamo perso questa opportunità, ma abbiamo deciso di passare la notte ai piedi delle Three Sisters. Se anche voi amate il campeggio questo è un luogo affascinante in cui montare la propria tenda. Dopo la nostra esperienza vi suggeriamo di:

  • Montare la tenda in un punto elevato come una piccola collina. In questo modo in caso di pioggia l’acqua defluisce più facilmente
  • Non montare la tenda alla base delle colline, questi sono i punti in cui l’acqua si accumula più velocemente generando un terreno fangoso e paludoso.
  • Portare una tenda impermeabile, in quanto la probabilità di trascorrere una notte sotto la pioggia è elevata. Noi con una tenda  con 3000 mm di colonna d’acqua non abbiamo riscontrato problemi. Tenete presente che con un pioggia moderata/forte scendono tra i 6 e i 10 mm d’acqua all’ora.
  • Sacco a pelo con una temperatura comfort di 10°. Noi vestiti e con un sacco a pelo con queste caratteristiche non abbiamo avuto problemi.

Questo è solo uno dei magnifici percorsi che la Scozia offre. Se amate la natura non potete perdere l’isola di Skye e le magnifiche spiagge e coste nel nord della Scozia.

Contenuti tratti dal nostro Blog Partner

Gessica – Vi porto via con me

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare i nostri Magazine specialistici - attraverso il menu (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.

La valle di Glencoe, tra le Three Sisters e i fantasmi della Lost Valley ultima modifica: 2017-09-05T17:01:06+00:00 da Cudriec Rss

Lasciaci un tuo commento