Kuala Lumpur: una metropoli nata in poco più di 50 anni

Contenuti tratti dal nostro Blog Partner

Claudia Candita - Buby on the road



La Malesia ha festeggiato a fine agosto il suo 60esimo anniversario di Indipendenza dall’Inghilterra. Per la sua capitale, Kuala Lumpur, è stato un anno al centro di grandi festeggiamenti. La ragione non è stata soltanto questa ricorrenza, ma Kuala Lumpur si è vestita a festa, anche per l’edizione dei Giochi del Sud-Est Asiatico. Per intenderci, i nostri Europei.

Kuala Lumpur è la capitale della Malesia continentale. E’ una città che ha vissuto e sta vivendo tutt’ora un processo di sviluppo e modernizzazione. Il centro della città, che si snoda intorno al simbolo per eccellenza, le Petronas Tower, è un cantiere a cielo aperto. Per la maggior parte si tratta di medi e grandi grattacieli, destinati ad uffici, centri commerciali e aree residenziali. La zona più sviluppata è conosciuta come “Triangolo d’Oro”, ed qui che la città dà il meglio di sé, in fatto di modernità e opportunità. E’ il luogo ideale dove poter fare shopping e trovare un buon posto dove mangiare. Chiaramente si tratta di una zona turistica, per cui i prezzi sono più alti. Il consiglio è quello di salire almeno sulle Torri Petronas oppure sulla Menara Tower, che offre una bellissima terrazza panoramica a 360°, che si affaccia su tutta la città.

Alla sera, presso il parco KLCC, dietro alle Petronas, si tiene uno spettacolo di luci, suoni e giochi d’acqua. Per assistere allo spettacolo basta recarsi al parco alle 20.00, alle 21.00 o alle 22.00, ora di inizio.

Al di là della parte più moderna della città, Kuala Lumpur nasconde ancora molti angoli del suo povero passato. Ne sono un esempio il quartiere Cinese e il quartiere tipico di Kampung Baru. Quest’ultimo è proprio un vero villaggio a sé stante, dove un reticolato di strade vi porterà a contatto con una vita povera, semplice, che si vive all’ombra dei grattacieli del centro città. Qui, non mancheranno i sorrisi dei bambini malesiani, che fra una bancherella e l’altra, vi ruberanno momenti di semplice allegria.

Non lontano dal centro di Kuala Lumpur, vi è una delle attrazioni più visitate dai turisti, le Batu Caves. Si tratta di templi induisti all’interno di gole profonde e grotte. Sono sicuramente dei templi molto scenici. Il principale, che si raggiunge dopo una ripida scalinata, è forse quello meno bello. Dedicatevi più saggiamente alla visita della Dark Cave e della Temple Cave, il cui ticket di ingresso, seppur a pagamento, vale sicuramente la visita. Le Batu Caves, come le principali attrazioni della città, si raggiungono in modo rapido ed efficace con il sistema di trasporti (treni, sopraelevata e metro) di Kuala Lumpur.

Ricordatevi di fare un giro per Piazza Merdeka, esempio classico di architettura coloniale. I suoi edifici, un tempo sede di istituzioni governative britanniche, sono la più grande testimonianza della colonizzazione dell’Inghilterra. Fra tutti, vale sicuramente una visita il Palazzo del Sultano Abdul Samad.

Due o tre giorni a Kuala Lumpur possono bastare per dare inizio al vostro viaggio nelle terre di Sandokan!

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare i nostri Magazine specialistici - attraverso il menu (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.

Kuala Lumpur: una metropoli nata in poco più di 50 anni ultima modifica: 2017-10-07T17:00:21+00:00 da Cudriec Rss