Holi festival in India

Contenuti tratti dal nostro Blog Partner

Anna Zielo - Il pensiero viaggiatore



L’origine dell’Holi color festival, la festa dei colori, uno dei miei viaggi/sogni nel cassetto.

Nei miei viaggi spesso la meta è proprio una manifestazione religiosa di grande impatto emotivo e spirituale, e anche per quest’anno il tanto atteso Holi festival, anche noto come “festival dei colori”, si sta avvicinando. Spero di riuscire prima o poi ad essere in India proprio in quei giorni, nel frattempo condivido le informazioni che ho raccolto nel tentativo di organizzare questo viaggio.

Ma partiamo da cosé l’Holi festival e quando si festeggia.

Se vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità e i nuovi articoli seguimi su Facebook!

Cos’è e come è nato l’Holi festival?

Innanzi tutto si tratta di “Holi”  e non di “Holy”, quindi il nome non significa “santo” ma prende il nome dal vocabolo “Holi” che significa “brucia”, infatti i festeggiamenti iniziano con un falò in corrispondenza della luna piena in cui simbolicamente viene bruciato il simbolo del male. Si dice altrimenti che derivi dal diminutivo di “Holika”, di cui narra la tradizione. Si tratta infatti di un antico rituale induista in cui si celebra la vittoria del bene sul male, la fine dell’inverno e l’avvicinarsi della primavera e la nuova fertilità della terra. In questo giorno inoltre ci si lascia alle spalle il passato, pagando i propri debiti e perdonando chi ha commesso qualche sgarbo.

Il rituale si rifà ad una antica leggenda secondo cui il re demone Hiranyakashipu per vendicare la morte del fratello minore causata da Vishnu si proclama unico dio (in seguito a anni di penitenze e preghiere e con aiuto divino). Hiranyakashipu decide di mandare a morte al rogo il suo stesso figlio Prahalad che era rimasto devoto a Vishnu, aiutato dalla sorella demoniaca Holika che si diceva essere immune al fuoco. Ma la fede di Prahalad lo salva, mentre Holika viene ridotta in cenere. Da qui la vittoria di Prahalad, simbolo del bene, sul male, incarnato da Holika.

Per questo motivo vengono accesi una miriade di falò la notte precedente la celebrazione.

Il festival celebra anche l’amore tra Krishna (che per gli induisti è una reincarnazione del dio Vishnu) e Radhna. Si narra che Khrisna avesse la pelle blu perché era stato avvelenato da un demone da bambino e temeva che Radhna non l’avrebbe amato per questo motivo. Quindi dipinse la faccia di Radhna con polveri colorate e divennero una coppia, da cui la tradizione di dipingere la faccia degli amati per celebrare il proprio sentimento. In pratica un misto tra il nostro carnevale e San Valentino, niente a che vedere con la più recente e orribile consuetudine di gettare acido sul viso delle donne che respingono gli uomini.

L’atmosfera che si crea in questi giorni è festosa e spensierata, ma anche mistica in quanto la festa è animata anche da processioni, canti e danze. In questi giorni cade anche il sistema di caste e tutti sono uguali: ricchi, poveri, uomini, donne, residenti e stranieri.

Quando si festeggia l’Holi festival

La data varia ogni anno, si festeggia dopo la luna piena del mese di Phalgun secondo il calendario induista. Nel 2017 i festeggiamenti per Holika Dahan si terranno il 12 marzo, mentre Holi il 13 marzo.

Questo periodo coincide con la parte finale della stagione secca, anche se le temperature sono molto alte, conviene quindi approfittare per visitare anche la parte sud dell’India.

Per chi può viaggiare solo in estate meglio limitarsi al Rajastan, dove il monsone è meno intenso, o in alternativa le montagne del Jammu e Kashmir. Per informazioni precise e puntuali su ogni zona potete affidarvi a Climieviaggi, un sito di recente costruzione che da ottime indicazioni su dove e quando viaggiare nel mondo.

Dove si festeggia l’Holi festival in India

In realtà l’Holi festival si festeggia in tutta l’India ma anche in paesi con una grossa componente della popolazione induista, come il Nepal, il Pakistan e lo Sri Lanka (e molti altri).

Nelle varie zone dell’India la festa prende nomi diversi e la ritualità può variare, fermo restando la gioia e l’entusiasmo con cui viene celebrata da persone di tutte le età. In generale si può dire che la festa ha una connotazione più religiosa e solenne spostandosi verso il sud dell’India, rispetto al nord dove si trovano anche festeggiamenti “più commerciali”. In generale si consiglia di partecipare ai festeggiamenti nel triangolo più turistico (Delhi, Jaipur, Agra).

Qualche esempio:

  • Barsana: in questo villaggio vicino a Mathura le donne possono finalmente vendicarsi sugli uomini picchiandoli (per finta!) con un bastone. Questo avviene una settimana prima del festeggiamento principale;
  • Mathura and Vrindavan: Mathura è la città di nascita di Krishna, di conseguenza i festeggiamenti sono molto più lunghi, cominciando addirittura quaranta giorni prima e concentrandosi in particolare nell’ultima settimana prima del giorno di Holi;
  • Mumbai: qui la festa si svolge sia in party privati con dj e fuochi d’artificio, ma anche nei bassifondi di Mumbai, in particolare a Dharavi, che prendono un aspetto molto diverso da quello che ci si può aspettare dal sobborgo di una città indiana;
  • Jaipur: Fino a pochi anni fa alla festa di Holi si aggiungeva la parata degli elefanti decorati, ma non è più possibile a causa delle pressioni degli animalisti. Cercando tour organizzati che permettano di visitare il triangolo turistico e partecipare alla festa di Holi si trova che la maggior parte dei tour consigliano di festeggiare qui;
  • Delhi: si può partecipare oltre alla festa in città anche al Holi cow festival, poco fuori città. E’ una versione più sicura dell’Holi su strada (passatemi il termine!) ma secondo me perde un po’ di fascino essendo pensata proprio per i turisti;
  • Hampi: si trova nel sud dell’India. Qui i festeggiamenti sono più sottotono rispetto al nord dell’India e hanno una connotazione più religiosa, ma rispetto alla restante area meridionale in questa città potrete trovare lo stesso tono festaiolo e spensierato che negli altri luoghi elencati sopra.

Per altre indicazioni vedi il sito goindia.

Polveri colorate per Holi.

Polveri colorate per Holi.

By Kamalakanta777  via Wikimedia Commons

Consigli per partecipare a Holi festival in India

  • Molti siti sconsigliano di partecipare direttamente in strada al Holi festival, vista l’eccitazione generale e la perdita di inibizione potrebbe essere pericoloso per ragazze sole. Meglio osservarlo dall’alto o da una festa privata (molti alberghi ne organizzano per garantire la sicurezza degli ospiti). In alternativa partecipare ai festeggiamenti la mattina presto, prima che gli uomini siano troppo inebriati dal bhang;
  • Negozi, guide e uffici non lavorano durante i festeggiamenti (durante il lancio dei colori);
  • Indossare abiti che poi si possono buttare senza troppi rimpianti;
  • Mettere sulla pelle e sui capelli olio di cocco in modo da evitare (o ridurre) l’assorbimento del colore;
  • Indossare occhiali da sole per proteggere gli occhi;
  • Prestare attenzione alle polveri chimiche che si possono trovare nei mercati e nei negozi, purtroppo con la commercializzazione di questa festa sono iniziati anche i problemi, e ci sono stati alcuni casi di ustione da contatto con questi colori chimici in una baraccopoli di Mumbai.

Holi Color in Italia

Per chi non può partire ci sono comunque molte repliche ispirate a questa festa in molte parti d’Italia praticamente in tutti i periodi dell’anno! I colori vengono sparati sulla folla con dei cannoni, il tutto in sicurezza.

Sembra divertente ma non ha niente del misticismo dell’originale. Vi consiglio di portarvi un cambio di abiti completo!

Alcuni esempi:

  • The color run: non sono ancora disponibili le date per il 2017.
  • Holi festival in occasione del Festival dell’oriente, manifestazione itinerante in tutta Italia.

Se vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità e i nuovi articoli seguimi su Facebook!

Contenuti tratti dal nostro Blog Partner

Anna Zielo – Il pensiero viaggiatore

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare i nostri Magazine specialistici - attraverso il menu (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.

Holi festival in India ultima modifica: 2017-03-06T10:37:13+00:00 da Cudriec Rss

Lasciaci un tuo commento