Dove andare in vacanza ad agosto

Contenuti tratti dal nostro Blog Partner

Anna Zielo - Il pensiero viaggiatore



Le mete migliori per chi ha le ferie solo in agosto (… ma odia la folla!)

Di fronte all’annuale dilemma: “Ho le ferie estive obbligatorie, dove posso andare in vacanza ad agosto?” con cui tutti ci si siamo scontrati almeno una volta nella nostra vita, ora cerco di darvi qualche spunto sui luoghi in cui il clima (almeno sulla carta) è migliore e quindi avrete meno probabilità di trovare maltempo.
Se vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità e i nuovi articoli seguimi su Facebook!

Ovviamente non sono tutte le possibilità ma sono alcune nella mia top 50!

Attenzione: vi sarà giunto all’orecchio che negli ultimi anni il clima sta cambiando e se prima le stagioni delle piogge erano ben definite e identificabili, ad oggi la situazione è un po’ più confusa.

Quindi prendete le mie indicazioni come indicazioni di massima, sulla base dello storico degli ultimi cento anni. Preparatevi al fatto che la sfiga ci vede benissimo, come me quando faccio shopping on-line e automaticamente non ho più bisogno degli occhiali, quindi un po’ di pioggia potrebbe capitare. Anzi capiterà.

E invece di lamentarvi correte a fare il bagno in mare sotto la pioggia (sensazione straordinaria) o aspettate che smetta e catapultatevi fuori a fotografare pozzanghere e arcobaleni. O stringetevi sotto un minuscolo ombrello e saltate nelle pozzanghere come quando eravate bambini. In amore e in viaggio vale tutto!

Mediterraneo: il miglior mare per agosto

Fermo restando che il posto in assoluto in cui la stagione è migliore in agosto è proprio il nostro Mare Mediterraneo, è anche altrettanto noto quanto tutto sia sovraffollato in questo periodo.

Dalle spiagge della Spagna, alle isole Greche, alle meravigliose coste italiane, perfino il Cammino di Santiago (che niente ha a che fare con il Mediterraneo ma passatemelo) in agosto è superaffollato.

Quindi se proprio il budget non ti permette di allontanarti troppo o se come me non ami condividere l’asciugamano con il vicino di piazzola in spiaggia, serve aguzzare un po’ l’ingegno e trovare posti meno battuti.

Una buona soluzione può essere sempre passare le vacanze in barca. Io preferisco le barche a vela o meglio ancora i catamarani che hanno spazi a bordo un po’ più generosi. Potete trovare ogni tipo di soluzione, scegliendo quando volete spendere, che tipo di itinerario seguire e la tipologia di barca su Sailsquare.

Nella mia playlist del mare in agosto senza troppa folla abbiamo:

CROAZIA

Non fermatevi in Istria! Scendete ancora un po’, più strada farete più vi allontanerete dal turismo di massa trovando posti stupendi! L’anno scorso sono stata alle Isole Kornati e non posso che consigliarvele.

Il mare e i paesaggi lunari delle Kornati.

Vanno visitate in barca, sarà assolutamente straordinario. Poca gente e tutte le stelle cadenti che riuscirete a contare.

Altre isole stupende in cui sono stata sono KRK, Rab e Lussino. Qui ci troverete un bel po’ di gente ma ne varrà comunque la pena.

A Rab sono stata proprio in agosto qualche anno fa e uscendo in barca quasi tutti i giorni non ho sofferto il sovraffollamento.

Uno dei problemi della Croazia è la strada per arrivarci: l’enorme colonna da Padova Est a Trieste e quella successiva lunga tutta la Croazia! E l’assurdità di pagare la vignette alla Slovenia dove la mettiamo?

L’anno scorso viaggiando di notte verso Zara a ferragosto non abbiamo avuto problemi di traffico ma è stata una vera sfacchinata.

Ad oggi ci sono molti modi alternativi di raggiungere la Croazia, tanti voli low cost sui loro aeroporti  e tanti traghetti in partenza da Ancona e Bari che permettono di alleggerire il viaggio. Durerà le stesse ore che avreste passato in macchina incolonnati (forse di più) ma almeno non avrete sempre il piede sulla frizione.

MONTENEGRO

Non sono mai stata in Montenegro ma mi affascina tantissimo.

Lo immagino come la Croazia di quando ero bambina, quando con i miei genitori non trovavamo gli alloggi perché non erano stati rimessi i nomi alle vie dopo la guerra, quindi orientarsi era davvero difficile.

E poi mi immagino sempre le di dover portare in salvo un antico vaso cercato per mesi o di trasportare un pianoforte su una chiatta, il tutto con il sottofondo musicale che mi ha inculcato la pubblicità dell’omonimo amaro.

Prima o poi ci andrò e vi faccio sapere!

ISOLE GRECHE

Tutte. Cosa ve lo dico a fare?

Adoro la Grecia e purtroppo non sono la sola! In agosto ci troverete il mondo intero… ne varrà comunque la pena!

Sono stata a Ios, Santorini, Kos, Skiatos e Zante.

Tutte meravigliose. Tutte estremamente diverse una dall’altra.

Se posso darvi un consiglio per evitare le isole più affollate provate a non andare nelle isole principali servite dall’aeroporto: più sono difficili da raggiungere meno gente si prenderà la briga di arrivarci.

Esempio per le Sporadi: invece dalla stupenda Skiatos potete andare ad Alonissos, che è totalmente costituita da un parco marino per foche monache e tartarughe. Qui troverete sicuramente più quiete.

Esempio per le Ionie: Zante è l’isola del mio cuore e finalmente è facilmente raggiungibile in aereo.

Spiaggia del Navagio, Zante, Grecia.

Tutti la conosco grazie alla famosa spiaggia del relitto, ma se invece vi dico Lefkada? E Itaca? Lo sapete che si possono passare le vacanze a Itaca?

Un altro posto dove andrò!

TURCHIA

Un altro posto che amo ma in cui non sono ancora tornata per via dei recenti problemi di sicurezza dovuti all’instabilità politica. Solo a me è sembrato strano quel colpo di stato?

Qualche anno fa il piano era: una settimana di tour all’interno e una settimana in caicco sulle coste.

Un sogno. Poi non ricordo… forse un altro sogno ancora più grosso si è fatto avanti e il viaggio in Turchia è saltato. Credo si trattasse dell’Indonesia!

Non voglio scoraggiarvi ovviamente, tantissime persone vanno in vacanza in Turchia e non avvertono neanche la minima tensione, di certo non il pericolo. L’importante è solo partire informati e preparati e non mettersi in situazioni potenzialmente pericolose.

Ma i camini delle fate.. la Cappadocia in mongolfiera… le piscine di Pamukkale…

Sappiate che prima o poi arriverò anche qui.

Ho anche un’amica da andare a trovare ad Antalya, gliel’ho promesso!

Vacanze in Europa ad agosto

AZZORRE

Perché le Azzorre? Scommetto che la maggior parte di voi non sa nemmeno dove siano precisamente!

Si trovano nell’Oceano Atlantico settentrionale e sono una delle regioni autonome del Portogallo. Si trovano  a circa 1360 km ad ovest della costa del Portogallo continentale e a circa 1925 km a sud-est di Terranova in Canada. Il clima è mite con lievi oscillazioni annuali (subtropicale marittimo mitigato dalla corrente del Golfo). Le temperature variano da un minimo di 14°C in febbraio ad un massimo di 22°C in agosto, quindi sono l’ideale se non amate il caldo torrido.

Non si va alle Azzorre per fare solo mare (è oceano, non credo sia adatto allo snorkeling!) ma si possono fare tantissime attività.

Nel 2012 mi sono salvata un volantino di Lidl viaggi con un programma di viaggio alle Azzorre stupendo!

(Bisogna tenere sempre gli occhi aperti e archiviare correttamente tutto, così si è pronti all’azione quanto arriva l’offerta sul volo! )

Nel volantino c’è un programma avventura con uscite per ammirare i cetacei, escursioni sui vulcani, bagni nelle pozze termali, cascate… sono tantissime le cose che si possono fare, ovviamente in agosto le temperature sono perfette.

E anche qui prima o poi arriverò.

A quanti viaggi siamo a questo punto? Ce la farò in una vita? Sono già in ritardo?!!!

PORTOGALLO

Un bel tour in auto per tutta la costa? Tra l’altro il Portogallo è abbastanza economico, anche in agosto.

Segna, prima o poi si va anche qui.

NORVEGIA

La Norvegia è stupenda sempre, in più in estate ci sono tantissime ore di luce, addirittura il sole di mezzanotte al di sopra di una certa latitudine. Per trovarlo in agosto bisogna spingersi molto in alto, altrimenti verso metà luglio lo si può ammirare dalle isole Lofoten.

Le attività che si possono fare sono innumerevoli, a partire dalla crociera sui fiordi con l’Hurtigruten fino a tutti gli sport possibili all’aria aperta.

Sappiate che l’anno scorso in agosto c’è stata pure l’aurora boreale in qualche occasione (non in corrispondenza del sole a mezzanotte ovviamente!).

Tenete presente che la Norvegia è cara, quindi ci saranno molti turisti ma magari non tantissimi come in altri stati.

ISLANDA

Anche l’Islanda non ha bisogno di presentazioni. Se non amate troppo il caldo può essere la soluzione migliore: le temperature attorno ai 10° (ma si potrebbe arrivare anche a 20°) e le giornate lunghissime.

Vi posso dare solo un consiglio: gli alloggi sono costosi, che cosa ne dite di noleggiare un camper e spostarvi in tutta libertà?

Vacanze in agosto nel mondo

INDONESIA E BALI

L’Indonesia è grandissima e quindi non si può racchiuderla tutta sotto un unico clima, ma possiamo dire in generale che tra maggio e settembre c’è il periodo meno piovoso.

Il clima a Bali (la parte più conosciuta dell’Indonesia) è tropicale con temperature costanti e calde tutto l’anno. La stagione umida va da novembre a marzo e la parte meridionale dell’isola è la parte più pianeggiante e meno piovosa.

Le risaie di Bali.

Adesso vi svelo un segreto: Bali è verdissima. Coperta di muschio, con una vegetazione rigogliosa e tantissime risaie. Il fatto che non sia stagione delle piogge non vuol dire che in agosto non pioverà, vuol dire solo che pioverà con meno intensità e per meno tempo rispetto agli altri mesi.

Qualche acquazzone potrebbe succedere, è successo anche a me, ma la commistione “camera con bagno all’aperto/pioggia tropicale” creerà alcune tra le situazioni più memorabili che abbiate mai vissuto!

Io non posso che consigliarvela e dirvi pure che ci tornerò. Tiè!

MAURITIUS

La stagione secca va da maggio ad ottobre ed è anche il periodo meno caldo (19°/30°C).

Parlando dell’isola principale: la zona occidentale è meno piovosa grazie agli Alisei, mentre la parte orientale e meridionale sono più piovose in tutti i periodi dell’anno. Attenzione però che gli Alisei rendono il mare più adatto al surf che allo snorkeling, potrebbe quindi essere meglio ripiegare comunque sulla costa nord-occidentale che è più riparata.

In generale settembre e ottobre sarebbero mesi migliori, ma si può comunque rischiare di passare un’ottima vacanza anche in agosto!

SEYCHELLES

Alle Seychelles le temperature sono gradevoli tutto l’anno. Da maggio ad ottobre la stagione è più secca ma a causa degli Alisei da sud-est le spiagge potrebbero essere ventose e quindi più adatte agli sport in acqua che allo snorkeling.

Il pericolo è: mare mosso, alghe a riva e forti correnti, pericolose anche per i buoni nuotatori. Ma si tratta pur sempre delle Seychelles!

USA tour dei parchi

Gli Stati Uniti sono enormi. Di conseguenza il clima è vario ed eventuale. Agosto comunque è un ottimo mese sia per la costa occidentale, che per i parchi e per Yellowstone.

Preparatevi al fatto che nel Grand Canyon potrebbe fare freddo e anche nevicare (è successo ai miei genitori a maggio!).

SRI LANKA

Agosto in Sri Lanka? Si, ma con le dovute accortezze! Ci sono stata proprio in agosto per Esala Perahera e a parte il caldo quasi insopportabile l’unica parte dell’isola in cui le piogge sono frequenti è quella meridionale (e quella centrale ma basta avere un po’ di fortuna).

In realtà lo Sri Lanka ha due monsoni: tra aprile e maggio per sud-ovest e zone interne e tra ottobre e dicembre il monsone di ritorno che impegna tutto il paese. In generale il mese migliore per visitare lo Sri Lanka è febbraio.

La spiaggia di Nilaveli, semideserta in agosto.

Il consiglio che ho avuto per il mio viaggio in agosto, direttamente da un ragazzo di Unawatuna quindi ben informato, è stato di evitare la parte sud e fare i safari nella parte nord anziché a Yala e il mare nella zona di Trincomalee anziché al sud, perché mi diceva che da lui pioveva mezza giornata quasi tutti i giorni.

MALESIA

La Malesia ha un clima equatoriale: caldo, umido e piovoso tutto l’anno!

E’ interessata dai monsoni e circondata dal mare, quindi individuare una stagione secca è davvero difficile. Si può dire però che tra metà ottobre e gennaio spira il monsone di nord-est che colpisce la costa orientale, mentre tra giugno e settembre spira il monsone di sud-ovest.

Caldo e sole non mancano in ogni caso, visto che i rovesci sono intensi e rapidi, nella migliore tradizione del clima equatoriale.

Kuala Lumpur si allaga in un attimo ma altrettanto velocemente si riasciuga grazie alle imponenti opere realizzate per tenere a bada le acque.

Per il mare: sul lato ovest (es. Langkawi ) sono frequenti le precipitazioni nella nostra estate, mentre a Redang e Perenthian la situazione è nettamente migliore. Per la mia esperienza ho trovato solo due ore di pioggia in quasi una settimana di permanenza. Tenete conto che a dicembre/gennaio le precipitazioni a Redang sono talmente forti che tutte le strutture turistiche chiudono!

Spiaggia di Redang.

Discorso a parte vale per il Borneo, che è molto più piovoso della Malesia peninsulare.

THAILANDIA

Il clima in Thailandia è tropicale con tre stagioni:

  • caldissima da marzo a metà maggio
  • piogge per monsone di sud-ovest da metà maggio ad ottobre
  • secca e “fresca” da novembre a febbraio per il monsone di nord-est (la costa e il sud sono comunque molto caldi)

per farla breve agosto non sarebbe una buona stagione per la Thailandia.

È anche vero che ci siamo stati in tantissimi e nessuno si è lamentato!

Ma veniamo al sodo: volete sapere se potete andare a Puket  e Phi Phi Island? Tecnicamente no. Dovrebbe piovere.

Potrebbero addirittura passare dei cicloni. Eppure ho moltissimi amici che sono stati proprio qui in agosto e non hanno preso una goccia di pioggia!

Per ridurre il rischio di pioggia è indicata Koh Samui che si trova sul versante est, dove potrebbe non piovere affatto, oppure potrebbe piovere un po’. Statisticamente dovrebbe piovere meno che sul versante ovest!

Ci sono stata in agosto e ho trovato un’unica mattina di pioggia. E l’ho passata in acqua nel mare caldissimo a guardare le gocce rimbalzare sulla superficie!

MADAGASCAR

Il clima del Madagascar prevede sei mesi di piogge l’anno, soprattutto tra dicembre e aprile.

Il Madagascar ha le stagioni invertite rispetto alle nostre e da maggio a ottobre (il loro inverno) le piogge sono più rare. Agosto è l’ideale ma è anche alta stagione quindi preparatevi ad un ambienta abbastanza affollato. Negli altipiani centrali le temperature sono più rigide, conviene prevedere dei vestiti più pesanti.

E’ comunque possibile che si verifichino piogge anche nella stagione secca, come è successo negli ultimi anni.

NAMIBIA

La Namibia è in gran parte desertica, con distese rocciose, dune di sabbia e altipiani

Anche qui le stagioni sono invertite rispetto alle nostre e il clima va dal desertico al sub-tropicale. La stagione umida corrisponde al nostro inverno, la possibilità che troviate maltempo in agosto sono davvero pochissime. In alternativa se riuscite a far piovere per diversi giorni in Namibia potete chiedere la cittadinanza onoraria e il vostro peso in oro.

Lo so cosa state pensando: “Si morirà di caldo”, invece no! Nella zona costiera del Deserto di Namib e temperature non sono mai eccessive, né nei valori massimi né nei valori minimi, il tutto grazie all’influsso della corrente oceanica.

La stagione adatta per un viaggio in Namibia va da marzo a novembre, ma il periodo in assoluto migliore è da maggio ad agosto. Attenzione che nelle zone interne le temperature notturne possono scendere sotto zero.

TANZANIA

La Tanzania ha clima tropicale con temperature tra i 20° e i 30° tutto l’anno (un po’ più alte nella zona costiera più basse nelle zone montuose tipo il Kilimangiaro).

Per quanto riguarda le piogge la cosa si complica: ci sono due stagioni secche durante l’anno e la più secca e più temperata va da maggio a ottobre. In generale la nostra estate è il migliore periodo in Tanzania sia per il mare che per i safari perché nell’altra stagione secca (gennaio/febbraio) gli animali migrano nelle zone del Kenya che sono più umide.

ZANZIBAR

Fa parte della Tanzania ma lo indico a parte così è più evidente.

Come clima vale tutto quanto detto per la Tanzania ma vi metto una nota in più per quanto riguarda il fenomeno delle maree.

Forse ne avrete già sentito parlare: a Zanzibar il fenomeno delle maree è molto evidente e con il ritirarsi delle acque potrebbe diventare difficile fare il bagno in mare a causa dei fondali bassi.

Spiaggia di Zanzibar

Spiaggia di Zanzibar

E’ sicuramente un’ottima occasione per farsi una bella passeggiata (in compagnia degli immancabili beach boys) oppure ne potete approfittare per fare qualche escursione. Le attività da fare anche qui non mancano!

Il fenomeno delle maree è meno accentuato al Nord, ad esempio nella spiaggia di Nungwi, quindi potete alloggiare qui (ma non perdetevi comunque le meravigliose spiagge del lato Est) oppure potete salire a Nungwi per vedere gli straordinari tramonti… fate voi!

INDIA

Permettetemi di inserirla. Anche se in agosto la stagione in India è pessima, praticamente ovunque. In realtà è interessata da diversi tipi di clima, ma in generale in agosto piove. E parecchio.

Ma c’è sempre un ma.

Ad una fiera ho chiesto sconsolata all’esperto di India se non c’era proprio speranza di andarci in agosto. Mi ha risposto monosillabico “ Rajasthan. E’ un deserto.”

In effetti qui il monsone è meno intenso, farà molto caldo, potrebbe piovere ma di sicuro non saranno piogge molto abbondanti.

L’unico consiglio che posso darvi non essendoci ancora stata è: pensateci per tempo. Le procedure per il rilascio del visto per l’India vanno eseguite in Italia e può volerci parecchio tempo.

CARAIBI

Lo so… lo sapete anche voi. I Caraibi in agosto potrebbero essere interessati dagli uragani.

Fa più caldo e le precipitazioni sono frequenti.

Nonostante questo potreste avere fortuna di trovare una settimana o anche due senza eventi atmosferici rilevanti.

Conosco un sacco di persone felici della loro vacanza ai Caraibi in agosto.

Se volete invece farvi passare la voglia ho trovato delle pagine in cui sono catalogati tutti gli uragani per stagione:

2016

2015

E via dicendo…

Guardata voi, io non ne ho il coraggio!

BRASILE

Il Brasile è un paese enorme ma in generale possiamo dire che il periodo giugno/agosto è il più fresco, meno piovoso e più solleggiato. Verificate prima di partire le temperature della zona che vi interessa, il mare può essere molto freddo in questo periodo che per loro è l’inverno.

Come mia esperienza posso dire di essere stata in Alagoas (nord-est del paese) in settembre e di aver trovato sole, mare caldo e neanche un minuto di pioggia.

EQUADOR

I mesi migliori per visitare l’Equador sono luglio/agosto perché sono i più soleggiati e meno piovosi. Nella zona della foresta (nord-ovest dell’Ecuador, al confine con la Colombia e tutta la vasta area amazzonica orientale) piove molto anche in questo periodo.

Come vi dicevo all’inizio questi non sono tutti i posti in cui si può andare in vacanza in agosto, ma solo alcuni tra i miei preferiti.

Se qualcuno tra questi vi interessa approfondite le ricerche e studiate bene le zone climatiche di ogni paese per organizzare il vostro itinerario.

E incrociate le dita!

Se vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità e i nuovi articoli seguimi su Facebook!

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare i nostri Magazine specialistici - attraverso il menu (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.

Dove andare in vacanza ad agosto ultima modifica: 2017-04-21T13:15:20+00:00 da Cudriec Rss

Lasciaci un tuo commento